Un nuovo test per la diagnosi di infertilità maschile

Cos'è

Si tratta di un nuovo test diagnostico che apre nuove prospettive per gli uomini che soffrono di problemi di fertilità.

ANDROSITOL® Test, qualificando il liquido seminale come medium o high responder, evidenzia tempestivamente la ridotta possibilità di ottenere una gravidanza in maniera fisiologica.

Come funziona

I criteri diagnostici utilizzati per valutare se un paziente è normospermico sono, attualmente, basati sul volume del seme, numero totale degli spermatozoi, concentrazione degli spermatozoi, motilità totale, morfologia spermatica e viscosità, con una preferenza assegnata sempre al numero totale degli spermatozoi (WHO 2010).
Ultime ricerche hanno messo in evidenza che valutare la capacità fecondante basandosi solo sui criteri sopraelencati, dà una visione parziale
del reale stato di salute del seme.

ANDROSITOL® Test

ANDROSITOL® Test è uno strumento unico; infatti, studi scientifici hanno dimostrato che campioni di liquido seminale, sia patologici che normali, dopo esame diagnostico con ANDROSITOL® Test risultano avere spermatozoi con un potenziale di membrana
mitocondriale più elevato ed una motilità progressiva migliorata. Poiché solo gli spermatozoi con un elevato potenziale di membrana sono capaci di fecondare un ovocita e produrre embrioni di alta qualità, ANDROSITOL® Test consente di distinguere il liquido seminale di pazienti diversi, ritenuti identici secondo le caratteristiche del WHO, in tre classi: Low responder, Medium responder e High responder.
Inoltre è stato dimostrato è che i pazienti Low responder hanno possibilità maggiori di ottenere una gravidanza in maniera fisiologica.

Low responder aumento n° spermatozoi con motilità progressiva < 30%

Paziente non compromesso

Medium responder aumento n° spermatozoi con motilità progressiva >30% e <60%

Paziente compromesso

High responder aumento n° spermatozoi con motilità progressiva > 60%

Paziente altamente compromesso

ANDROSITOL® Test permette di misurare indirettamente il potenziale di  membrana.
Il beneficio di questo test innovativo è legato alla possibilità  di identificare precocemente alterazioni seminali  in pazienti in cui lo spermiogramma, allo stato delle conoscenze attuali, 
poteva risultare normale.